Tradizione e progetto
Tradizione e progetto PDF Stampa Email

Tradizione e progetto

Pietro Ingrao

1982

  

Crescita ininterrotta, piena occupazione, stabilità politica. Orizzonti di una «età dell'oro» dell'Occidente capitalistico cui guardare magari con nostalgia, archiviando le lotte e le domande degli ultimi due decenni, invocando nuove deleghe a chi comanda?

O, forse, piloni di un equilibrio ormai rotto, momenti di un compromesso instabile ma a lungo operante tra movimento operaio e dirigenze capitalistiche, frantumato da uno scontro acutissimo in cui si consumano tradizioni culturali, modelli statali, assetti internazionali?

È lungo questa ipotesi che si muovono le pagine di Pietro Ingrao: la crisi del Welfare State

impone si la ricerca di rapporti inediti tra Stato e società, di risposte a nuovi bisogni, a nuovi soggetti e movimenti.

Ma per il movimento operaio europeo essa comporta l'abbandono di angustie eurocentriche e nazionali, incapaci di reggere oggi all'offensiva USA e di modificare quella divisione del mondo in due blocchi non più in grado di dar 'ordine' al mondo e che minaccia anche aberranti scenari di guerra.

Dopo la Polonia, dopo Beirut, ciò è possibile solo lavorando al progetto di un nuovo internazionalismo, rivitalizzando quella grande tradizione culturale e politica sedimentata in Europa in grandi soggetti collettivi e della quale il movimento operaio italiano e il PCI sono parte viva e originale.

 

Leggi capitolo I

 




Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Novembre 2011 10:33
 
Copyright © 2017 www.pietroingrao.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.