L'alta febbre del fare
L'alta febbre del fare PDF Stampa Email
Indice
L'alta febbre del fare
CORPI
CONFLITTI
PREDICHE SERALI
INDICE
Tutte le pagine

L’ALTA FEBBRE DEL FARE

RACCOLTA DI POESIE

PIETRO INGRAO

1994

Percepire, agire, contemplare. O, detto in altre parole: la vita individuale, la vicenda collettiva, lo spa-zio infinito. Sono in successione i tre tempi di un'avventura con il pensiero poetico, esemplarmente attraversati da questo libro. Già nel precedente volume di poesia (II dubbio dei vincitori, 1986) Pietro Ingrao interpretava la percezione come un dinamismo bipolare e oppositivo: il piacere e il destino indifferente, la vittoria e il dubbio, la memoria e l'oblio. Ora, in questa raccolta, la dimensione individuale si arricchisce con l'immersione in un vortice dove corpi e astrazioni vanno a comporsi in un flusso possente. La percezione diventa il luogo di uno spossessamento ricettive e sensuale: spalanca un orizzonte che si popola di presenze possibili e impossibili, di schegge di esistenza, di frantumi di senso. Si entra, poi, nel secondo tema: storie di uomini e di popoli, lo sviluppo della civiltà, le macchine, «l'alta febbre del fare». Qui Ingrao riesce esattamente a rappresentare il conflitto più acuto della nostra epoca, situato nell'attività: che da un lato, attraverso una febbrile fisicità, rivela e irradia le sue analogie con la sessualità e l'amore, dall'altro, subendo la riduzione di ogni valore a quello produttivo e di scambio, strumentalizza ogni presenza.

Ma proprio lungo la fisicità («Ansioso, lieve/ sudare/ di pianeta nel buio») e nel confronto con l'infinito, l'attenzione si trasforma in contemplazione. Compaiono i secoli passati e, con il distacco e la distanza, gli uomini sono insieme agli insetti, l'ansia insieme alla luce: è mirabile la capacità dell'autore di dire i movimenti dei deli. Il linguaggio armonizza forme arcaiche e slanci espressivi, rigore metrico e vitalismo dell'attualità. L'etica è lo sguardo. I sentimenti si confrontano con l'opacità del silenzio dei pianeti. E appare un desiderio: «leggere il mare».

 

 



 
Copyright © 2017 www.pietroingrao.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.